Indice del Forum

 
  ChatChat   FAQFAQ   CercaCerca   Lista UtentiLista Utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi PrivatiMessaggi Privati   LoginLogin   HomePageHomePage 

Pasqua a Bruxelles 2004/ Easter in Brussels 2004

 
Nuovo Argomento   Rispondi    Indice del Forum -> Vagamondo:diario dell'esploratore
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Buffalo_666
Cumenda
Cumenda


Registrato: 12/04/03 13:44
Messaggi: 364
Residenza: Trovata !!!!!!!!!!!!!!!!!!

MessaggioInviato: Lun Mag 03, 2004 9:22 pm    Oggetto: Pasqua a Bruxelles 2004/ Easter in Brussels 2004 Rispondi Citando

Rieccoci. Viaggio a Bruxelles, questa volta. E anche questa volta… non tutto è andato per il verso giusto! Ma partiamo in ordine – ed è proprio alla partenza che non è andata bene!!!

La giornata è iniziata con la pioggia e con la neve – ma siamo ad Aprile o a Dicembre? Arriviamo in aeroporto e facciamo il check-in. Tutto ok! Andiamo al nostro gate e lì aspettiamo il pulmino che ci porta all’aereo. Saliamo sul pulmino che ci porta fino alla scaletta dell’aereo. Tutti si alzano in piedi pronti a scendere ma… le porte non si aprono e il pulmino riprende il viaggio verso il gate di partenza. Scendiamo tutti guardandoci in faccia per capire cosa sta succedendo. Rientriamo in aeroporto e ci consegnano dei talloncini per l’imbarco successivo. Spiegazioni? Devi chiederle. Morire che qualcuno dica cosa è successo… Oh, finalmente ci dicono che le maschere dell’ossigeno non funzionano. Il volo è cancellato. Quindi il viaggio non è partito certo nel migliore dei modi. La partenza era prevista per le 12.15 e siamo partite invece alle 17.30. L’unico vantaggio è che ci hanno messo in prima classe per riempire l’aereo – SN Bruxelles Airlines. Atterrate a Bruxelles abbiamo preso il taxi – 40 € in due per un viaggio di 20 minuti a dir tanto. Va beh. Arrivate in albergo ci siamo riposate e siamo scese per cena. Dopo cena siamo andate in un tipico pub locale. Musica bellissima da discoteca ma ambiente da stare attenti. Anzi, attente. Sconsiglio a ragazze da sole di girare per Bruxelles dopo le 22.00, a meno che siano in cerca di avventura!! Occhi puntati addosso in continuazione. Mamma mia!!
Il giorno dopo l’abbiamo speso sul Tour Bus a due piani. È molto comodo perché si può salire e scendere quante volte si vuole con lo stesso biglietto, tanto passano ogni mezz’oretta (non sono molto precisi comunque con gli orari, anzi). Siamo arrivate all’Atomium e abbiamo passato un paio di ore al suo interno (a pagamento) ma a dire il vero non ne vale la pena. È molto interessante architettonicamente dall’esterno e l’ascensore che porta alla sfera più alta, a 91 m di altezza, ci impiega solo 5 secondi ed è uno degli ascensori più veloci. È bello perché l’ascensore ha il soffitto in vetro e si prova una strana sensazione a guardare quanto è veloce!! Abbiamo poi preso il tour bus per tornare alla partenza. Purtroppo cominciava a piovigginare ma un giro a Bruxelles ce lo siamo fatte lo stesso.
Domenica di Pasqua siamo rimaste in albergo – tranne un giretto veloce il mattino – e abbiamo partecipato al pranzo pasquale. Abbiamo poi speso il pomeriggio pigramente sdraiate sul letto a farci una maratona di televisione fino a notte inoltrata…
Lunedì abbiamo preso il treno per Brugge e abbiamo speso tutto il giorno in questo magnifico paesino sui canali – non per altro la chiamano la Venezia del nord. Raccomando la sua visita perché è veramente stupenda e per gli amanti della fotografia questo paesino offre mille scorci da favola! Sembra di essere in un paese finto, di cartone. Quella sera abbiamo poi cenato con un ‘Drum’, una specie di Burrito con dentro l’impossibile ma squisito!
Martedì abbiamo ripreso il treno per spostarci questa volta ad Anversa – state attenti che la fermata non si chiama così ma porta il nome originale della città, che sinceramente al momento non mi ricordo – ma se dovessi, ve lo scrivo. Comunque è l’ultima fermata per cui non potete sbagliare. Appena usciti dalla stazione ci si trova davanti negozi e negozi di diamanti e un lungo viale ad S affiancato da negozi di ogni genere – specialmente abbigliamento. Alla fine di questo viale principale ci si trova nel centro di Anversa, nella parte vecchia della città. Vale la pena un giretto fino al canale, su cui si affaccia un castello. Ma sinceramente è stata un po’ una delusione. Forse perché avevamo visto Brugge il giorno prima. È come visitare Assisi e poi Milano… Ah, un consiglio, non prendete scorciatoie per accorciare il viale, a meno che abbiate una cartina con voi. Io ho cercato di tagliare via le curve del viale e non ho ancora capito se effettivamente ho accorciato la strada o meno… so solo che è facile perdersi!!!
Mercoledì era il giorno della partenza ma siamo rimaste in albergo perché entrambe eravamo un po’ malconce – raffreddori, febbre, mal di testa, e chi più ne ha più ne metta!!! Al pomeriggio siamo poi andate in aeroporto e abbiamo preso in perfetto orario il nostro volo di… sigh… rientro…

Prossimo viaggio? Non è ancora stato deciso… faremo sapere al più presto!!! Ciao

The day begun with rain and snow – are we in April or December?? We arrive at the airport and we do the check-in. Everything ok! We go to our Gate and there we wait for the minibus that will bring us to the airplane. We get on the minibus and we arrive to the portable stairway of the airplane. Everybody is standing up ready to get on the plane... but the doors don’t open and the minibus brings us back to our Gate. We all get down and look at each other trying to understand what happened. We go back in the airport and they give us a coupon for the following boarding. Explanation? We have to ask to have some information, nobody told us why we are not getting on our flight. Oh, finally they tell us that the oxygen masks were not working properly so the flight has been cancelled. So, the trip didn’t start that well. The departure was foreseen for 12.15 am while we left the airport at 17.30. The only advantage is that they put us in first class to fill up the flight - SN Brussels Airlines. We arrived in Brussels and took the taxi - 40 € for two people for a trip of not even 20 minutes. Oh, well. We arrived in the hotel and rested a bit before going down to have supper. After dinner we went in a typical local pub. Nice disco music but it is better to be in group... After 22.00 I would advise women not to go around by their selves. Eyes pointed on girls everywhere.
We passed all the day after on a Tour Bus on two levels. It is very nice because you can use the same ticket and get down from a bus to take another one – the Tour Bus pass every half an hour, even thought they are not that precise! We arrived to the Atomium and we spent a couple of hours in it (it’s not free) but it was not that worth it. It is very interesting architecturally from the outside and the elevator that brings you at the very top, 91 m, only takes 5 seconds and it is one of the fastest elevators. It is nice because the elevator has a glass ceiling so you have a strange sensation looking above while you are going up! We then took the Tour Bus to go back to the beginning. Too bad it started to rain, but we did get to walk a bit around the city.
On Easter day we stayed in the hotel – well, we just took a quick walk during the morning – and participated to a Easter lunch. We then spent the afternoon lazily on the bed, doing a marathon of television up to late at night...
Monday we took the train for Brugge and spent all day in this beautiful small village on the canal – this is why they call it the Northern Venice. I recommend its visit because it is gorgeous and for those who love photography, this small village offers a lot of magnificent spots. It’s like being in a fake town, of cardboard. That evening we ate a ‘Drum’, it’s like a Burrito with everything in it but delicious!.
Tuesday we took again the train to go to Anversa – be careful that the train stop is not called with the name of the city as we know it but with the original name... that at the moment I cannot remember! In any case it is the last stop so you cannot mistake. As soon as we got out of the train station we saw in front of us a big street with a lot of diamond shops and other shops of any kind – especially clothing. At the end of this street we are in the heart of Anversa, in the old part of the city. You can take the road that brings you down to the canal and where a castle is. But sincerely, it was a bit of a delusion. Maybe it’s because we just saw Brugge that is so different. It’s like visiting Assisi and then Milan!
Wednesday was the departure day but we stayed in the hotel since we both were not filling well – cold, fever, head-ache... In the afternoon we then went to the airport and took off in perfect timing.

Next travel? We don’t know... but will let you know asap!

Ciao

_________________
Illuminami con la tua gioia
Rendimi fiera di amarti
Top
Profilo Invia Messaggio Privato Skype Name
Mostra prima i Messaggi di:   
Nuovo Argomento   Rispondi    Indice del Forum -> Vagamondo:diario dell'esploratore Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Argomenti
Non puoi rispondere a nessun Argomento
Non puoi modificare i tuoi Messaggi
Non puoi cancellare i tuoi Messaggi
Non puoi votare nei Sondaggi


Powered by phpBB© 2001, 2005 phpBB Group Installed by Bilbo