Indice del Forum

 
  ChatChat   FAQFAQ   CercaCerca   Lista UtentiLista Utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi PrivatiMessaggi Privati   LoginLogin   HomePageHomePage 

Monaco di Baviera Aprile 2006 / Munich, Germany, April 2006

 
Nuovo Argomento   Rispondi    Indice del Forum -> Vagamondo:diario dell'esploratore
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Buffalo_666
Cumenda
Cumenda


Registrato: 12/04/03 13:44
Messaggi: 364
Residenza: Trovata !!!!!!!!!!!!!!!!!!

MessaggioInviato: Sab Apr 29, 2006 4:22 pm    Oggetto: Monaco di Baviera Aprile 2006 / Munich, Germany, April 2006 Rispondi Citando

Eccoci ad un altro viaggio. Era un po' che non scrivevo ma era d'altronde un bel po' che non viaggiavo seriamente! Ed ecco fatte le valigie per andare a Monaco un paio di giorni con Pollon.

Partenza da Malpensa il 21 Aprile, verso mezzogiorno. Atterrate abbiamo recuperato la nostra valigetta e seguendo l'indicazione delle ferrovie 'S' (scritto in verde) ci siamo portate all'esterno dell'aeroporto e andando sempre dritte davanti a noi abbiamo preso le scale che portano alla fermata del treno. Fatto il biglietto dietro indicazioni di una tedesca che gentilmente ci ha spiegato come funzionano le macchinette (però fate quello partner meno caro... a noi ci ha fregato facendoci pagare di più - tanto non ci sono controllori!) abbiamo preso il treno che porta dritto alla stazione centrale. Da lì in 2 minuti a piedi abbiamo raggiunto il nostro albergo (Monaco, come la città, almeno non ci dimenticavamo il nome!). Alberghetto carino, al 4°, 5° e 6° piano di una palazzina. L'accoglienza è molto buona, parlano inglese ma il signore alla reception (come abbiamo scoperto l'ultimo giorno) se la cava più che bene anche con l'italiano.
La stanza è piccola ma per passarci solo la notte va benissimo. Colazione a buffet con di tutto. Mi raccomando una cosa però, portarsi l'adattatore per le prese, nell'albergo sono tutte prese a 2 fori.

Ci siamo riposate per benino e ci siamo poi fatte un primo giro in Monaco alla ricerca delle cose da vedere poi con calma il giorno dopo. La città è disseminata di statue di leoni colorati (il leone è il simbolo della Baviera). Molto carini, rallegrano le vie.

Per il resto del viaggio non sto qui a raccontarvi su tutto, faccio che elencare le cose da visitare con a lato asterischi ad indicare quanto vale la pena la visita. Se non c'è asterisco è perchè quel monumento, chiesa che sia non lo abbiamo considerato.

Dopo la descrizione della città troverete anche un elenco di trattorie, bar, ristoranti a cui potete fermarvi per mangiare bene e spendere ragionevolmente.

Buon viaggio !!!!!!!!!!

La città vecchia: SUD

1. Karl’s Platz**

Porta che sorveglia la parte Ovest della città vecchia. Inizialmente aveva 3 torri ma la più alta, quella centrale, è crollata nel 1861 a causa di un’esplosione di un deposito di polvere da sparo presente al suo interno.

2. Burgersaal

Chiesa bassa: aperta tutti i giorni 8-20*
Chiesa alta: aperta tutti i giorni 11-13

Nata come sede della congregazione mariana, al suo interno presenta 2 piani. La chiesa bassa conserva la tomba di Mayer, oppositore dei nazisti. La chiesa alta, punto di ritrovo della congregazione, è in stile rococò. Durante la II GM l’interno è stato danneggiato dal fuoco per cui alcune decorazioni sono state restaurate. Di originale vi sono il bassorilievo sull’altare maggiore e il gruppo statuario che circonda il pulpito.

3. Michaelskirche**

Venerdì chiude alle 16.30
Domenica 8-16
Lunedì 7-16.30

La costruzione della chiesa è iniziata nel 1585 ed è stata costruita per diffondere la controriforma e rafforzare la posizione dei gesuiti. È il maggiore edificio religioso del tardo Rinascimento al Nord delle Alpi. Tra le colonne vi sono nicchie con statue dei signori e imperatori difensori del cristianesimo. Al piano terra la statua di San Michele che uccide il drago (a me sembrava più Satana che un drago, però...). La volta a botte è la più grande dopo quella di San Pietro a Roma. L’altare maggiore porta un quadro raffigurante la caduta degli angeli ribelli.

4. Frauenkirche*** (l'esterno è molto bello, l'interno non molto)

Venerdì 7-18
Sabato a mercoledì 7-19
Campanile a pagamento

È il maggior complesso gotico del Sud della Germania. Eretto dal 1468 al 1488 in tempi record, sorge ove prima vi era una basilica romanica. L’edificio è in mattoni, presenta 3 imponenti navate, due campanili di quasi 100 m d’altezza che sono stati completati nel 1525. E’ la sede dell’arcivescovo di Monaco e Freysing.
Entrando, sulla destra, c’è la tomba di Ludovico IV imperatore attorniato da 4 cavalieri inginocchiati a rappresentare la Guerra e la Pace. L’altare di Memminger è del 1994. Vi è la leggenda che i costruttori scommisero col Diavolo che dall’interno non si sarebbe vista una sola finestra. Dal punto in cui il Demonio lasciò le sue orme si vedono in effetti solo le colonne.
Per legge non si possono costruire edifici che ne impediscano la vista.

5. Neues Rathaus*** (l'orologio)

Sabato e domenica chiuso
Lunedì a Venerdì 9-16.30

Sede delle autorità civili del 1867à1919. Presenta 6 cortili ed è esempio di architettura tedesca pseudostorica. Le decorazioni sulla facciata richiamano storia e leggende bavaresi attraverso le rappresentazioni di santi del paese e figure allegoriche. La torre è sormontata dalla statua del Bambino di Monaco, simbolo della capitale bavarese. L’orologio della torre è il 4 maggiore orologio meccanico d’Europa. Al suono delle sue 43 campane, colorate statuine di rame danzano a rappresentare due diverse scene: una giostra cavalleresca in onore delle nozze di Guglielmo V e la danza dei bottai. Alla sera, nelle nicchie al 7mo piano della torre appaiono un alfiere munito di corno e l’Angelo della Pace.

6. Marienplatz***

Punto centrale di Monaco dedicato al mercato. Deve il nome al 1854 quando i cittadini invocarono Maria per poterli proteggere dall’ondata di colera. Oggi è sede del mercatino di Natale. La piazza è dominata dal municipio (7). La colonna della Vergine (Mariensaule) venne eretta nel 1638 a simboleggiare la fine dell’invasione svedese. I putti sono raffigurati mentre sconfiggono la fame, la guerra, l’eresia e la peste. La fontana del pesce è stata ricostruita a causa dei danni subiti durante le II GM.

7. Peterkirche*

Chiesa: Lunedì a sabato: 7.30-19
Domenica: 10-18
Campanile: Lun a sabato: 9-18
Domenica: 10-18

La chiesa è il più antico edificio pubblico di Monaco. La basilica faceva parte di un monastero adiacente e nel 1278/1294 venne sostituita da una chiesa gotica. I 2 campanili sono poi stati sostituiti da uno solo nel XIV secolo. È stata più volte rimodellata, prima in stile barocco e poi rococò. Il campanile ha 8 orologi, 7 campane e 1 galleria panoramica sulla città.

8. Altes Rathaus

Chiuso al pubblico
Museo a pagamento: aperto tutti i giorni 10-17

Municipio vecchio originale (1310) sostituito dal nuovo (1480). La parte più antica è la torre che faceva parte delle originali fortificazioni della città. Ospita il museo del giocattolo.

9. Heiliggeistkirche

Tutti i giorni: 7-12 e 15-18

Chiesa dello Spirito Santo, una delle costruzioni più antiche (XIV sec) di Monaco. Vi esisteva una volta una cappella, un ospedale e l’alloggio dei pellegrini. Stile barocco. Nel 1729 si aggiunge il campanile. La facciata è del 1895. L’interno in stile gotico e tardo barocco. Gli affreschi sul soffitto rappresentano la storia dell’ospedale.

10. Isar Tor

Museo: Lunedì, martedì, venerdì e sabato 11-17.30
Domenica 10-17.30
Mercoledì e giovedì chiuso

Porta Sud Est. È l’unico pezzo rimasto delle fortificazioni originali e conservata tal quale. La torre è del 1337 mentre le torrette ottagonali sono state aggiunte nel 1429-33. Le arcate (XIX sec) hanno fregi che rappresentano la parata trionfale di Ludovico IV. La torretta Sud ospita il museo di un attore.

11. Viktualienmarket***

Mercato più antico e pittoresco di Monaco con cibi di tutti i tipi. Una fontana ricorda i vari artisti di cabaret.

12. Gartner Platz

Biglietteria (?) Lunedì a venerdì 10-18
Sabato: 10-13

Piazza esagonale che prende il nome da un famoso architetto. Primo quartiere a scopo residenziale in un unico stile architettonico. Spicca la facciata del teatro in mezzo ai monotoni palazzi.
Museo ebraico (martedì, mercoledì e giovedì).

13. Ignaz-Gunther-Haus

Lunedì a venerdì: 9-15 (gratis?)

Gunther è uno scultore rococò europeo molto attivo in Germania. Vi sono varie opere negli edifici di Monaco. Nel 1761 si trasferisce in questa casa. Architettura tardo gotica, piccolo cortile con fontana. La sala ricevimenti al 1° piano con soffitto ligneo dell’inizio XVI secolo. La facciata riporta una copia della Vergine da lui scolpita.

14. Ruffini Hauser**

Tre case messe in obliquo in questo slargo triangolare sono sorte per rispecchiare la storia dell’architettura della città (1903-1905) con 3 diversi colori. I bassorilievi rappresentano soggetti umani e motivi floreali. La fontana ricorda che una volta qui si svolgeva il mercato del bestiame mentre l’adiacente cisterna dell’acqua è di epoca medievale.

15. Asamkirche

Tutti i giorni 8.30-18
Messe: Lun a ven. 17 Sabato: 18 Domenica: 9, 10.30

Chiesa di San Giovanni (1733-1746). Finanziata, progettata ed eretta dai fratelli costruttori e decoratori Asam. Stile barocco, la facciata appoggia su piedistalli che imitano pietre naturali. La navata è ricca di dettagli architettonici, stucchi farzosi e splendidi affreschi. Sulla porta d’entrata San Giovanni con cherubini e due angeli (confessione e professione di fede). Nella sacrestia è conservata una scultura di Gunther che rappresenta la Morte che prende la vita di qualcuno. All’interno vi sono giochi di chiaro e scuro e la navata è lunga 28 m ma larga appena 8.80. Sul soffitto affreschi con scene di vita e il martirio di San Giovanni. L’altare maggiore conserva il sarcofago in vetro di un prelato in vesti suntuose che rappresenta San Giovanni.

16. Asamhaus

Chiusa al pubblico

Palazzo abitato dai due fratelli. Dopo aver acquistato il complesso vi hanno aggiunto la chiesa. Una finestra della loro casa dava addirittura sull’altare maggiore.

17. Sendlinger Tor

Posta all’estremità Sud, è una porta gotica di cui una delle torri è ormai ricoperta da viti rampicanti. Insieme alle altre 2 torri è tutto ciò che rimane delle fortificazioni erette tra il 1285 e il 1347. Un tempo vi passava una via commerciale che da Innsbruck portava in Italia. L’edificio che un tempo sormontava la torre è stato demolito nel 1808. La torre ottagonale (XIV secolo) era una volta usata come prigione. Nel 1906, per agevolare il traffico, dalle 3 arcate originali se ne è ottenuta una sola, oltre ad essere stati aperti i passaggi pedonali nelle torri.

18. Allerheiligenkirche am Kreuz

Tutti i giorni 8-20

La chiesa di ognissanti del 1478 fu la prima chiesa con cimitero della parrocchia di San Pietro. Spoglie pareti in mattone, volte gotiche, alto campanile la fanno spiccare tra le altre costruzioni. L’interno è stato ricostruito in epoca barocca (unici resti del gotico sono la volta sopra la navata, i frammenti dell’affresco di Cristo in una mandorla e un crocifisso). Oggi è una chiesa a rito greco cattolico.

19. Damensift St. Anna*

Tutti i giorni 8-20

La facciata è in stile tardo-barocco come pure le decorazioni all’interno, opera dei fratelli Asam. I dipinti, distrutti dalla II GM sono stati restaurati in color seppia in quanto le uniche foto a testimonianza del vecchio aspetto erano solo in bianco e nero. I dipinti raffigurano il giuramento degli angeli, la gloria di Sant’Anna e Santa Maria, il concerto angelico. Il gruppo realistico che rappresenta l’ultima cena è a grandezza naturale.

La città vecchia: NORD

1. Residenz

Tutto a pagamento:
Residenzmuseum + Schatzkammer + Cuvilliés Theater tutti i giorni 9-18
Staatliches museum, Agyptischer Kunst sabato-domenica.: 10-17
Staatliches Munzsammlung venerdì-sabato 10-17

Dimora della dinastia Wittelsbach fino al 1918. I palazzi sono del 1385. Nel XVI secolo viene aggiunto l’Antiquarium e una nuova ala che creano così il cortile Grottenhof. Il Kaiserhof fu aggiunto nel XVII secolo. La facciata del 600 è sormontata da una statua di Santa Maria, patrona della Baviera.
Cortile Grottenhof: fontana decorata da cristalli vulcanici, conchiglie e una statua bronzea di Mercurio.
Schatzkammer: coppa ornamentale fatta di corno di rinoceronte e argento, placcata in oro, e corona + globo dei re bavaresi del 1806.
Cuvilliés Theater: una delle più belle sale rococò del mondo.
Antiquarium: 1569-71, sala cerimoniale rinascimentale più ampi al Nord delle Alpi. È la parte più antica rimasta della Residenz.

2. Max-Joseph-Platz**

Nationaltheater: lunedì a venerdì 10-18
Sabato 10-13

Piazza con palazzi neoclassici (Nord: Konigsbau, Est: Teatro, Sud: palazzo Torring-Jettenbach). La piazza conserva la statua di Massimiliano I Giuseppe, 1° re della Baviera, che concesse la costituzione bavarese nel 1818, la prima per la Germani. Il teatro si ispira ai templi greci. L’interno segue i canoni classici. L’auditorium circolare è decorato in rosso porpora, oro, avorio e azzurro. Presenta 5 ordini di palchi con al centro il palco reale. Si tenevano qui rappresentazioni di opere di Wagner.

3. Eilles Hof

Intrico di stretti passaggi occupato da negozietti e caffè. Si trova tra Residenzstrasse, Theatinerstrasse e Perusastrasse. La sua pace è interrotta solo dai musicisti ambulanti. Il cortile più bello è quello della Eilles Hof, che faceva parte un tempo di un monastero. È circondato da un chiostro con archi a vetrata con balaustre gotiche. È uno degli ultimi cortili con arcate tipici di Monaco e rimasto fino ai giorni nostri.

4. Preysing palais

Primo palazzo rococò di Monaco. Vennero usate idee innovative per 3 lati della costruzione. Per la prima volta la facciata venne coperta di esuberanti decorazioni che mascherano le linee architettoniche. Bell’esempio di barocco è la gradinata centrala dell’ala Nord, con le sue balaustre decorate e sorretta da gigantesche cariatidi. Le pareti sono ricoperte di stucchi.

5. Felderrnhalle*

Nasce sul luogo ove vi era un tempo una torre di guardia medievale e la costruzione si armonizza perfettamente tra lo stile della città vecchia e quella nuova. Su richiesta di Ludovico I venne costruita una loggia in onore degli eroi di Baviera. Venne completata nel 1844. è una sala all’aperto con tripla arcata e vi si accede dalla scalinata posta al centro. Le statue dei leoni sono state aggiunte poi nel 1906.

6. Theatinerhirche (San Gaetano)****

Tutti i giorni 8-20

Per festeggiare la nascita del figlio nel 1662, il principe Ferdinando e sua moglie ordinarono la costruzione di una chiesa e di un monastero per l’ordine dei teatini. L’anno dopo iniziarono i lavori sotto la direzione del bolognese Barelli. La chiesa fungeva anche da cappella di corte. Era ispirata ad una chiesa di Roma e questo spiega il sorgere a Monaco di una chiesa in stile barocco romano. Vola a botte, pianta cruciforme, cupola al centro e arcate laterali che conducono alle cappelle. Dal 1675 i lavori furono portati avanti da Zucalli che finì la cupola, progettò gli interni e aggiunse i campanili gemelli che non erano previsti nel progetto originale. Dopo quasi 100 anni la facciata venne affidata a Cuvilliés e ai suoi figli che terminarono l’opera nel 1768. le cupole dei campanili arrivano ai 70 metri di altezza. Il portico contiene un cartiglio con stemmi, tra cui quelli della Baviera e della Sassonia. L’interno bianco contrasta col nero del confessionale e del pulpito. Accanto all’altare maggiore troviamo colonne ritorte. La cripta custodisce le tombe di duchi e re di Baviera.

7. Salvatorkirche*

Tutti i giorni 10-20

Venne creato alla fine del XV secolo un cimitero nei pressi delle mura della città in quanto i due cimiteri esistenti non avevano più spazio a sufficienza vista la crescita della popolazione. Vennero inoltre erette 2 cappelle funerarie. La Slavatorkirche venne invece costruita nel giro di un anno e introdusse lo stile gotico a Monaco. La combinazione di mattoni, pietra e terracotta, l’intricata volta a ventaglio e i delicati divisori alle pareti danno alla chiesa un aspetto elegante. L’insieme è completato da un sottile campanile che termina con una guglia. Sopra al portale Nord sono visibili frammenti di affreschi tardogotici. Lo schermo al termine della navata è in stile romanico e combina l’architettura gotica con gli arredamenti greco ortodossi. Una stele alla parete esterna commemora le persone sepolte nel cimitero (tra cui un pittore, un compositore, architetti).

8. Erzbischofliches palais (palazzo dell’arcivescovo)

Chiuso al pubblico

Questo palazzo divenne sede degli arcivescovi di Monaco e Freising nel 1821. È l’unico palazzo urbano costruito da Cuvilliés ad essere rimasto integro. L’edificio ha sul davanti colonne balzate mentre nel timpano si trova lo stemma del figlio illegittimo di Carlo Alberto (la divisione tra i blasoni indica il suo stato di figliastro. Sopra al portale un bassorilievo della Madonna con cherubini. L’interno fu completato verso il 1735 da Zimmermann su progetto di Cuvilliés. È un esempio raffinato di barocco. Il cortile ha una statua di Venere.

9. Palais Porcia

Chiuso al pubblico

Fu il primo palazzo barocco all’italiana, con 4 ali. Eretto da Zucalli, la facciata è ispirata al modello del Palazzo Odescalchi a Roma (Bernini). Il piano inferiore è caratterizzato da un ingresso con colonnato. I due piani superiori sono separati da colonnine. Nel 1733 Carlo Alberto dedicò la costruzione alla sua fidanzata Porzia. L’interno venne restaurato in stile rococò. La balaustra della balconata venne rimpiazzata da una ringhiera ornamentale. Nel 1820 l’ala posteriore venne ingrandita con l’aggiunta di un salone da ballo e una sala concerti. Nel 1944 le bombe distrussero l’interno rococò.

10. Palais Neuhaus-Preysing

Chiuso al pubblico

Costruito nel 1737, nel periodo neoclassico venne aggiunto un ampio attico. L’interno è andato distrutto durante la II GM ma la facciata è rimasta integra. Restauro nel 1956-1958.

11. Literaturhaus

Durante le mostre: lunedì a venerdì 11-19
sabato e domenica 10-18

Aperta nel 1997, domina Salvatorplatz ove fino al XX secolo si teneva il mercato cittadino. Nel 1887 viene costruita una scuola con pianterreno aperto a fungere da sala da mercato fino al 1906. Nel 1993 viene ristrutturato a causa dei danni subiti durante la II GM e riaperto col nome attuale. Ospita istituzioni e fondazioni letterarie, conferenze e seminari sulla letteratura, concerti e ricevimenti. Parte del salone al pianterreno è adibito a mostre. Al primo piano vi è invece la biblioteca.

12. Kunstlerhaus (casa degli artisti)

Cortile interno: Lunedì a venerdì 8.30-17 durante le mostre

Costruita negli anni 1892-1900 in stile finto rinascimento della Germania settentrionale con i suoi timpani a gradini e decorazioni bronzee. Le stanze sono decorate in stile liberty e rinascimentale italiano. È ora un centro per conferenze.

13. Dreifaltigkeitskirche

Tutti i giorni 8-20

La sua costruzione si deve ad una cittadina che ebbe la visione della città consumata dalle fiamme di una guerra, per cui i borghesi per prevenire la catastrofe costruirono questa chiesa, iniziando i lavori nel 1711 e terminandoli nel 1718. sulla facciata numerose colonne, pilastri e cornici, finestre di varie forme. Una nicchia in alto conserva la statua di San Michele. Lo schema allungato contrasta la pianta centrale. L’interno, gli stucchi, sono di uno dei fratelli Asam. Il tabernacolo è in stile rococò.

14. Promenadeplatz

Piazza rettangolare di origine medievale, sede un tempo del mercato del sale. Vi si trovavano i magazzini e la dogana ma questi furono demoliti alla fine del XVIII secolo e al loro posto piantati i tigli. La piazza è decorata da statue del XIX secolo che rappresentano i personaggi della città e della regione. Sul lato Nord si trova un albergo di lusso che ha avuto clienti famosi. A fianco, il palazzo Montgelas in stile Massimiliano. Al suo interno la sala reale, la sala Montgelas e la biblioteca, tutto in stile impero.

15. Palais Torring-Jettenbach

Lunedì a venerdì 8-19
Sabato 8-14

Il palazzo barocco che sorgeva qui fu ricostruito ed ingrandito con una facciata che ricordasse l’Ospedale degli Innocenti a Firenze. Il portale barocco venne spostato all’interno. Bel contrasto tra il giallo ocra delle arcate e il rosso delle pareti del palazzo.

16. Munzhof

Lunedì a giovedì 8-16
Venerdì 8-14

Il cortile era circondato da un loggiato a 3 piani ospitante scuderia e rimesse. Biblioteca di Alberto V e alcune prime raccolte d’arte d’Europa. Ricostruita nel XIX secolo per divenire zecca di stato, le è stata cambiata la facciata, ora in stile neoclassico sul lato Est, massimiliano a Nord.


17. Alter hof (è diventata zona residenziale, non si capisce più niente!!)

La prima residenza fortificata costruita dai Wittelsbach all’interno delle mura (1253-1255) a scopo di difesa da invasori e dai cittadini ribelli stessi. Divenne poi residenza dell’imperatore Ludovico IV il Bavaro. Nel XIV secolo iniziò la costruzione di una residenza più grande. Dal XIV secolo ospitò solo uffici amministrativi dei duchi. Architettura profana medievale. L’ala Ovest termina con una cancellata con gli stemmi dei Wittelsbach a carattere gotico. La torre delle scimmie: secondo la leggenda Ludovico IV fu rapito da bambino da una delle scimmie del serraglio reale. La scimmia s’arrampicò fino in cime alla torre e ci volle parecchio tempo per farle lasciare andare la preda.

18. Hofbrauhaus**

Settimana 9-24
Sabato e domenica 9-14

La maggiore attrazione turistica. Era una locanda della Reale Fabbrica di birra fondata nel 1589. Al piano terra l’ampia sala il cui soffitto venne dipinto nel 1971. Ogni giorno vi si consumano 10000 litri di birra.

19. Maximilianstrasse*

Via costruita nel 1852-1855 per collegare la Residenz e la Città Vecchia con le aree verdi dell’Isar. Vi è la piazza su cui da il Maximilianeum e l’area commerciale all’interno della Città Vecchia. La suddivisione delle 2 aree è accentuata dalla moderna circonvallazione. È una delle vie più care del mondo e combina il gotico inglese con arcate all’italiana (che presentano negozi lussuosi).

20. Munchner Kammerspiele im Schauspielhaus (teatro da camera)

Botteghino: lunedì a venerdì 10-18
Sabato 10-13

È uno dei pochi teatri in stile liberty rimasti in Germania. Costruito nel 1900-1901 congiunge il retro di due palazzi in stile massimiliano. Le pareti dell’interno sono rosse con linee ornamentali. Il soffitto è verde con 6 architravi e lampadari a forma di bocciolo. Il sipario decorato è del 1971.

21. Marstall (scuderie reali)*

Ampia costruzione a forma di salone in stile barocco/rinascimentale. Una fila di finestre semicircolari è sovrastata da medaglioni con teste di cavallo. Le colonne all’entrata sono ornate da busti di Castore e Polluce. I bassorilievi all’entrata rappresentano l’epica battaglia tra i Lapiti e i Centauri. Oggi ospita un teatro ‘sperimentale’.

22. Bayerische Staatskanzlei (Cancelleria di Stato)**

23. Hofgarten (Giardini di palazzo)****

Si richiama a modelli italiani e venne creato nel 1613-17. I giardini sono divisi da 2 sentieri dritti e al loro incrocio c’è l’edificio poligonale del tempio di Diana del 1615; la statua sulla cupola è una copia dell’originale del 1954. Nel 1623 è stata modificata ed è ora un simbolo della Baviera. Le gallerie ospitano il museo teatrale tedesco, il più antico del mondo. Gli affreschi illustrano la storia dei Wittelsbach e della Baviera.


RISTORANTI E LOCALI (occhio alle enormi porzioni!!!)

MAREDO (cucina spagnola)
Rindermarkt 5

ALT-MUNCHNER-GESELLENHAUS (cucina tipica, buono)
Adolf-Kopling-Strasse 1

CAFE GUGLHUPF (per uno spuntino va bene)
Kaufingerstrasse 5 (rimane dietro ai magazzini Kauhoff)

ALTES HACKERHAUS (cucina tipica molto buona)
Sendlinger Strasse 14

HOFBRAUHAUS (buonissimo, la birra costa niente!)
Aeroporto !!!!![/b]


Here we are with another journey. So let’s take our luggage to reach Munich and visit it for a couple of days with Pollon.

Departure from Milan Malpensa on the 21st of April, around lunch time. When we arrived we took our luggage and following the indication for the ‘S’ railways (written in green) we exited the airport and going straight ahead we took the stairway that brought us to the station. We made the ticket thanks to the indication that a German girl gave us on how the automatic machines work (but take the partner ticket that costs less... we paid a lot and there are no inspectors). We took the train that brought us right to the central station. From there, in 2 minutes by foot we reached our hotel (Monaco, as the city, so we would not forget the name!!). The hotel is small but nice, on the 4th, 5th and 6th floor of the building. At the reception they speak good English and the man (but we found out about this only the last day) also speaks a pretty good Italian.
The room is pretty small but fine since we were out all day so only had to use it to sleep! The buffet breakfast has a little bit of everything.

We relaxed a bit and then made a first tour of Munich to have an idea of what to visit the day after. The city was full of statues of colored lions (the lion is the symbol of Bavaria). Very cute, they give a touch of color to the streets.

For the rest of the trip I am only giving you a list of the things to visit with an * where the monument/church or so is worth it. If there is no * it’s because we didn’t visit it.

Following the description of the city you will find a list of restaurants, pubs, where you can stop and eat/drink without spending too much.

Bon voyage !!!!!!!!!!

The old city: SOUTH

1. Karl’s Platz**

It’s the gate that looks out on the West part of the old city. At the beginning there were 3 towers but the higher one, the central one, fell down in 1861 due to an explosion of a gunpowder’s deposit present in it.

2. Burgersaal

Lower church: opened every day 8-20*
Higher church: opened every day 11-13

Born as the seat of the Marian congregation, it presents 2 levels. The lower church conserves the tomb of Mayer, opponent of the nazis. The higher church, meeting place of the congregation, is in rococo style. During WWII the interior has been damaged by the fire, so some of the decoration have been restored. Of original there is the bas-relief on the major altar and the group of statues around the pulpit.

3. Michaelskirche**

Friday closes at 16.30
Sunday 8-16
Monday 7-16.30

The building of the church began in 1585 and has been built to spread the counter-reformation and consolidate the position of the Jesuits. It is the major religious building of the late Renaissance at North of the Alps. Between the columns there are niches with statues of the nobles and emperors that defended Christianity. On the bottom floor we can see the statue of Saint Michel that kills the dragon (it seems to be more Satan then a dragon... to me). The vault is the biggest one after the San Peter’s one in Rome. The major altar has a painting that shows the fall of the rebel angels.

4. Frauenkirche*** (the exterior is very nice, the interior a bit less)

Friday 7-18
Saturday to Wednesday 7-19
You have to pay to get in the clock tower

It is the major gothic building of South Germany. Built between 1468 and 1488 in record time, it is positioned where once was a Romanic basilica. The building is in bricks, it has 3 impressive naves, two clock towers of about 100 m high that have been completed in 1525. It is the seat of the Archbishopric of Munich and Freysing.
Entering, on the right, there is the tomb of Ludwig IV, emperor, surrounded by 4 knights on their knees, that represent War and Peace. The altar is of Memminger and is of 1994. There is a legend that the constructors made a deal with the Devil saying that from the interior you couldn’t see the windows. From the point in which the Devil left his footprint, in effect, you cannot see the windows but only the columns. For law, you cannot build houses that block the view on this church.

5. Neues Rathaus*** (the clock)

Saturday and Sunday closed
Monday to Friday 9-16.30

Seat of the civil authorities from 1867 to 1919. It has 6 gardens and is an example of pseudo-historical German architecture. The decorations on the facade remember the history and legends of Bavaria through the representation of saints of the State and allegoric figures. A statue of the Baby of Munich, symbol of the Bavarian capital, surmounts the tower. The clock of the tower is the 4th major mechanic clock in Europe. When its 43 bells ring, colored status in copper dance to represent two different scenes: a knight tournament in honor of William V marriage, and the dance of the coopers. In the late evening, a bishop with a horn and the Angel of the Peace appear in the niche of the 7th floor.

6. Marienplatz***

Central point of Munich, dedicated to the market. His name comes from the year 1854 when the citizens asked Mary to protect them from the cholera. Today, it is where the Christmas market takes place. The square is dominated by the town hall (7). The Virgin column (Mariensaule) was erected in 1638 as symbol of the end of the Sweden invasion. The small angels are represented while they win over hunger, war, heresy and plague. The fountain with the fish has been rebuilt due to damage during WWII.

7. Peterkirche*

Church: Monday to Saturday: 7.30-19
Sunday: 10-18
Bell tower: Monday to Saturday: 9-18
Sunday: 10-18

The church is the most ancient public building of Munich. The basilica was part of an adjacent monastery and in 1278/1294 a gothic church has substituted it. A single one in the XIV century has then substituted the two bell towers. It has been remodeled more than once, first in baroque style, then in rococo. The bell tower has 8 clocks, 7 bells and a panoramic gallery on the city.

8. Altes Rathaus

Closed at public
Museum (payment): opened every day 10-17

Original old town hall (1310) substituted by the new one (1480). The most ancient part is tower that was part of the original fortification of the city. In its interior there is the toy museum.

9. Heiliggeistkirche

Every day: 7-12 and 15-18

It is the church of the Holy Spirit, one of the most ancient buildings of Munich (XIV century). There was once a chapel, an hospital and the pilgrim’s hostel. Baroque style. In 1729 the bell tower was added to the church. The facade is of 1895. The interior is in gothic and late baroque style. The paintings on the ceiling represent the story of the hospital.

10. Isar Tor

Museum: Monday, Tuesday, Friday and Saturday: 11-17.30
Sunday: 10-17.30
Wednesday and Thursday: closed

South East Gate. It is the only piece remaining of the original fortification and conserved as such. The tower is of the 1337 while the smaller towers, octagonal, have been added in 1429-33. The arcades (XIX century) show representation of Ludwig IV triumph. The southern small tower has a museum of an actor in it.

11. Viktualienmarket***

It is the most ancient and picturesque market of Munich, with all kinds of food. A fountain remembers the various cabaret artists.

12. Gartner Platz

Ticket (?) Monday to Friday 10-18
Saturday: 10-13

Hexagonal square that brings the name of a famous architect. It is the first section born for residential scope in one single architectonic style. Among the monotone palaces, the facade of the theatre stands out.

Hebrew museum (Tuesday, Wednesday and Thursday).

13. Ignaz-Gunther-Haus

Monday to Friday: 9-15 (free?)

Gunther is an European rococo sculptor very active in Germany. There are various operas in Munich’s buildings. In 1761 he came in this house. Late gothic architecture, small court with fountain. The meeting room at the 1st floor has a wooden ceiling of the beginning of the XVI century. The facade has a copy of the Virgin that he has sculptured.

14. Ruffini Hauser**

Three houses placed to form a triangular square, they were built to reflect the history of the architecture of the city (1903 – 1905) in three different colors. The bas-relief represent humans and flowers. The fountain remembers that once, here, there was the market of the livestock, while the nearby water cistern is from the Medieval age.

15. Asamkirche

Every day 8.30-18
Mass: Mon to Fri 17
Saturday: 18
Sunday: 9, 10.30

It is the church of Saint Joseph (1733-1746). Financed, projected and built by the constructors and decorator brothers Asam. The style is baroque; the facade is on a pedestal that imitates natural stone. The nave is rich of architectonic details, rich stucco work and beautiful paintings. On the entrance door there is Saint Joseph with cherubs and two angels (faith profession and confession). In the sacristy there is a sculptor from Gunther that represents Death that is taking the life from someone. In the interior there are light/dark games and the nave is 28 m long but the width is of only 8.8 meters. On the ceiling, paintings that represent Saint Joseph’s life and martyrdom. The major altar has the sarcophagus in glass of a prelate in very rich vests that represents Saint Joseph.

16. Asamhaus

Closed at public

Palace where the two Asam brothers lived. After buying the complex they added a church. A window of their home directly looked onto the major altar.

17. Sendlinger Tor

At the extreme South, it is a gothic gate of which one tower is completely covered by ivy. With the other two towers, it is what remains of the fortification built between 1285 and 1347. Once upon a time the commercial trail passed here, from Innsbruck it went down to Italy. The building that once surmounted the tower has been destroyed in 1808. The octagonal tower (XIV century) it was once used as prison. In 1906, to help the traffic, of the 3 original arcades it has been obtained a single one; furthermore, the pedestrian passage in the towers were built.

18. Allerheiligenkirche am Kreuz

Every day 8-20

The All Saints church of 1478 was the first church with a cemetery of the Saint Peter parish. The simple bricks walls, the gothic vaults and the high bell tower make the church stand out among the other buildings. The interior has been reconstructed in the Baroque period (the only remains of the gothic is the vault over the nave, the fragments of the Christ painting and a crucifix). Today it is a Greek Catholic church.

19. Damensift St. Anna*

Every day 8-20

The facade is in late baroque style as the internal decoration are, work of the Asam brothers. The paintings, destroyed by the WWII have been restored in sepia, since the only evidence of the old aspect were some black and white pictures. The paintings show the angel’s oath, Saint Anne and Saint Mary’s glory, the angel’s chore. The realistic group that shows the Last Supper is full-size.

The old city: NORTH


1. Residenz

You have to pay to enter:
Residenzmuseum + Schatzkammer + Cuvilliés Theater. Every day 9-18
Staatliches museum, Agyptischer Kunst Saturday and Sunday: 10-17
Staatliches Munzsammlung Friday and Saturday 10-17

Residence of the Wittelsbach until 1918. The palaces are of 1385. In the XVI century the Antiquarium and a new wing have been added creating the court of Grottenhof. The Kaiserhof was added in the XVII century. A statue of Saint Mary, patroness of Bavaria, surmounts the facade of the’600.
Grottenhof court: decorated fountain with volcanic crystals, shells and a bronze statue of Mercury.
Schatzkammer: ornamental cup made of rhinoceros horn and silver, covered by gold, and crown and globe of the Bavarian king of 1806.
Cuvilliés Theater: one of the most beautiful rococo room in the world.
Antiquarium: 1569-71, renaissance ceremonial hall, it is the largest at the North of the Alps. It is the most ancient remaining part of Residenz.

2. Max-Joseph-Platz**

Nationaltheater: Monday to Friday 10-18
Saturday 10-13

Square with neo-classic palaces (North: Konigsbau, East: Theater, South: Torring-Jettenbach palace). The square still has the statue of Maximilian I Joseph, 1st king of Bavaria, which admitted the Bavarian Constitution in 1818, the first one for the German people. The theater is inspired to the Greek temples. The interior follows the classic style. The round auditorium is decorated with colors, purple red, gold, ivory and blue. It has 5 orders of boxes with in the middle the royal box. Here they represented operas of Wagner.

3. Eilles Hof

Tangle of narrow lanes occupied by shops and coffee bars. It is situated between Residenzstrasse, Theatinerstrasse and Perusastrasse. Only the street musicians break its peace. The most beautiful garden is the Eilles Hof one, once part of a monastery. A cloister with arches and gothic balustrades surrounds it. It is one of the last courts with typical arcades of Munich and that survived until today.

4. Preysing palais

It is the first rococo palace of Munich. Innovative ideas were used for 3 sides of the building. For the first time the facade was covered with exuberant decoration that hided the architectonic lines. The central stairway is a nice example of baroque, in the North wing, with its decorated balustrades, supported by enormous caryatids. Stucco works cover the walls.

5. Felderrnhalle*

Build where once was a medieval guard tower; it harmonizes itself perfectly with both the old city and new city style. Following Ludwig I request, a lodge was built in honor of the Bavarian heroes. It was completed in 1844. It is a hall in open space with triple arcades and you can reach it through the stairway in the middle. The lion’s statues have been added in 1906.

6. Theatinerhirche (San Gaetano)****

Every day 8-20

To celebrate the birth of his son in 1662, prince Ferdinand and his wife ordered the construction of a church and monastery for the order of the teatinis. The year after the work started under the direction of Barelli, from Bologna. The church was even a royal chapel. It was inspired to a Church of Rome and this explains the building of a roman baroque style church in Munich. Crucifixes plant, central cupola and side arcades that conduce to the chapels. From 1675 Zucalli, who finished the dome, projected the interior and added the twin towers that were not present in the original project, brought on the work. After almost 100 years the facade was entrusted to Cuvilliés and his sons that finished the building in 1768. The cupolas of the bell towers arrived to 70 meters of tallness. The porch has a cartouche with stems, among which we can find the ones of Bavaria and Sassonia. The white interior is in contrast with the black color of the confessional and the pulpit. Near the major altar we find the twisted columns. The crypt has the tombs of the dukes and kings of Bavaria.

7. Salvatorkirche*

Every day 10-20

A cemetery was created at the end of the XV century near the city walls since the two existing cemeteries didn’t have space, seen the increase of population. Two funerary chapels were also built. The Slavatorkirche was built within one year and introduces the gothic style in Munich. The combination of brick, stone and terracotta, the intricate vault and the delicate divisors on the walls give to the church an elegant aspect. A slim bell tower that ends with a pinnacle completes all. Above the North portal are visible some fragments of late gothic paintings. The screen at the end of the nave is in Romanic style and combines the gothic art with the Greek orthodox interior decoration. On the external wall, a stele remembers of the people buried in the cemetery (among which there is a painter, a compositor, architects).

8. Erzbischofliches palais (archbishop’s palace)

Closed to public

This palace was the head office of the archbishop of Munich and Freising in 1821. It is the only urban palace build by Cuvilliés that remained intact. The building has columns while on the tympanum there is the stem of the illegitimate son of Charles Albert (the division between the heraldry indicates his stepson status). Over the porch there is a bas-relief of Mary with the cherubim. The interior was completed by Zimmermann towards 1735 following a project of Cuvilliés. It is an example of refined baroque. The court has a statue of Venus.

9. Palais Porcia

Closed to public

It was the first Italian baroque palace, with 4 gins. It has been built by Zucalli and the facade is inspired to the model of the Odescalchi palace in Rome (of the Bernini). An entrance with columns characterizes the ground floor and small columns separate the two other floors. In 1733, Charles Albert dedicated the construction to his girlfriend Porzia. The interior was restored in rococo style. The balustrade of the balcony was replaced with an ornamental banister. In 1820 the back wing was enlarged adding a ballroom and a concert hall. In 1944 the bombs destroyed the rococo interior.

10. Palais Neuhaus-Preysing

Closed to public

Built in 1737, in the neoclassic period a big attic was added to it. The interior was completely destroyed during WWII but the facade is the original one. It was restored in 1956-1958.

11. Literaturhaus

During expositions: Monday to Friday 11-19
Saturday and Sunday 10-18

Opened in 1997, it dominates Salvatorplatz where until the XX century there was the city market. In 1887 a school was built with an opened ground floor that was used for the market up to 1906. In 1993 it has been restored due to damage during the WWII and opened with the actual name. Here there are literature foundation and institution, conferences and seminary on the literature, concerts and galas. Part of the hall is used for expositions. On the first floor there is the library.

12. Kunstlerhaus (artist’s house)

Internal court: Monday to Friday 8.30-17 during the expos

Built in 1892-1900 in false renaissance of the Northern Germany with its stairways like tympanums and bronze decoration. The rooms are decorated in liberty and Italian renaissance style. It is now a conference center.

13. Dreifaltigkeitskirche

Every day 8-20

It has been built thanks to a citizen that dreamed of the city destroyed by the flames of a war, so the middle classes, to prevent the disaster, built this Church, starting the works in 1711 and ending them in 1718. On the facade there are columns, pilasters, frames and windows with various shapes. A niche, on the top part, protects the statue of Saint Michel. The oblong scheme contrasts the central plan. The interior and the stucco works are of one of the Asam brothers. The tabernacle is in rococo style.


14. Promenadeplatz

Rectangular square of medieval origin, once head of the salt market. There were the warehouses and the customs office but these have been destroyed at the end of the XVIII century and in their place, lime trees have been planted. The square is decorated by statues of the XIX century that represent people of the city and of the Region. On the North side there is a luxurious hotel that had very famous clients. Nearby, the Montgelas palace in Maximilian style. We can find in its interior the royal room, the Montgelas room and the library, al in Empire style.

15. Palais Torring-Jettenbach

Monday to Friday 8-19
Saturday 8-14

The baroque palace that once was here has been restored and enlarged with a facade that evokes the Hospital of the Innocents in Florence. The baroque portal has been move in the interior of the palace. Nice contrast between the okra yellow arcades and the red of the palace’s walls.

16. Munzhof

Monday to Thursday 8-16
Friday 8-14

A 3 floors open gallery with the stable once surrounded the court. There are Albert V Library and some art collection from Europe. It has been rebuilt in the XIX century to become the States mint; the facade was changed to neo-classic style on the East wing, Maximilian on the North one.


17. Hofbrauhaus**

During the week 9-24
On week-ends 9-14

The major tourists attraction. It was the pub where the Royal Factory of the beer was founded in 1589. On the ground floor there is a big hall; its ceiling was painted in 1971. Every day they serve 10 000 liters of beer.

18. Maximilianstrasse*

Street built in 1852-1855 to connect the Residenz to the Old City with the green areas of the Isar river. There is the square with the Maximilianeum and the commercial area at the internal part of the Old City. The subdivision of the 2 areas is underlined by the modern circumvallation. It is one of the most expensive street in the world and combines English gothic to Italian arcades (that have luxurious shops).

19. Munchner Kammerspiele im Schauspielhaus (Theatre)

Box-office: Monday to Friday 10-18
Saturday 10-13

It is one of the few theatres in Liberty style remaining in Germany. It was built in 1900-1901 and it joints two Maximilian style palaces. The walls at his interior are red with ornamental lines. The ceiling is green with 6 architraves and lamps with a blossom shape. The curtain, decorated, is from 1971.

20. Marstall (royal stables)*

Big construction with a hall shape in baroque/renaissance style. Medallions with horses heads represented on them surmount a row of semi-circular windows. The columns in the entrance are adorned by Castore and Polluce busts. The bass-relieves at the entrance show the epic battle between Lapiti and Centauri. Today it is the center of an ‘experimental’ theatre.

21. Bayerische Staatskanzlei (State’s Chancellery)**

22. Hofgarten (Palace garden)****

They are similar to the Italian garden’s style and it was created in 1613-17. The garden are divided in 2 straight trails and at their union there is the polygonal temple of Diana of 1615; the status on the top of the building is a copy of the original of 1954. In 1623 it has been modified and is now symbol of Bavaria. In the galleries we can find the German Theatre Museum, the most ancient one in the world. The paintings show the history of the Wittelsbach and of Bavaria.


RESTAURANTS and PUBS (be aware of big portions!!!)

MAREDO (Spanish cuisine)
Rindermarkt 5

ALT-MUNCHNER-GESELLENHAUS (typical dishes, good)
Adolf-Kopling-Strasse 1

CAFE GUGLHUPF (for a fast lunch is perfect)
Kaufingerstrasse 5 (it’s behind the Kauhoff mall)

ALTES HACKERHAUS (typical dishes, very good)
Sendlinger Strasse 14

HOFBRAUHAUS (very good, beer is very cheap!)
Airport !!!!!
_________________
Illuminami con la tua gioia
Rendimi fiera di amarti
Top
Profilo Invia Messaggio Privato Skype Name
Mostra prima i Messaggi di:   
Nuovo Argomento   Rispondi    Indice del Forum -> Vagamondo:diario dell'esploratore Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Argomenti
Non puoi rispondere a nessun Argomento
Non puoi modificare i tuoi Messaggi
Non puoi cancellare i tuoi Messaggi
Non puoi votare nei Sondaggi


Powered by phpBB© 2001, 2005 phpBB Group Installed by Bilbo